i nostri servizi

Tanti sono i servizi garantiti dall'agenzia, specializzata in attività di sicurezza e controllo di spazi, persone, oggetti. Nello specifico, l'azienda si occupa di:

vendita, montaggio, assistenza sistemi antifurto e telecamere;

videosorveglianza;

sistemi rilevazione incendi;

sistemi integrati sicurezza e controllo accessi;

protezioni perimetrali per esterno;

custodia di aree e parcheggi;

portierato e reception;

controllo accessi per locali pubblici e privati;

sicurezza per attività di spettacolo;

radioteleallarme;

piantonamento armato;

pattugliamento;

videocontrollo;

trasporto e scorta valori;

servizio guardiani.

piu' sport per tutti vi aspettiamo!!!

prenota l'estate 2018



La Nostra Storia
…abbattere le barriere per creare una spiaggia dove tutti – bambini, anziani, disabili – sono benvenuti. Estate, calura e sole: è una giornata ideale per andare al mare. Ma arrivare in spiaggia non è così facile se siamo in carrozzina. Per non parlare di come può essere complicato fare un bagno in mare. Un padre con un figlio disabile ci ha raccontato che gli piace il mare in questa zona, ma spesso i vicini di ombrellone li guardano con fastidio. Abbiamo creato una spiaggia “normale ” come dovrebbero essere tutte le spiagge. Ecco perché nel 2016 a Eboli è nato il progetto “ Mare no limits”. Una spiaggia senza barriere architettoniche, senza problemi ad accogliere persone con disabilità dove i disabili, anzi, sono accolti con particolare attenzione. È Security Point in collaborazione con l’associazione “Mai Più’ Soli”, che ha dato il via al progetto, che si occupa di solidarietà socio-assistenziale nella città di Eboli con diverse iniziative. La spiaggia accessibile alle persone con disabilità è ubicata a via Carabelli, in località Campolongo , lungo la fascia costiera di Eboli. Un progetto che è contemporaneamente un atto concreto ed un messaggio chiaro all’intera città. E’ un’importante iniziativa, la prima nel suo genere nella nostra città, per tutte le persone con disabilità. Anche Quest’anno, attraverso il progetto ribattezzato “Mare no limits”, tutte le persone con disabilità potranno finalmente anche ad Eboli fruire del pieno e gratuito utilizzo di una spiaggia libera del nostro Comune, attrezzata con tanti comfort e servizi. Oltre alle discese a mare attraverso idonee passerelle, è anche possibile sostare sotto l’ombrellone, utilizzando apposite pedane per il riposo. Inoltre, sono disponibili servizi igienici accessibili, trasporto da e per la spiaggia attraverso il sistema della prenotazione, dispositivi di trasporto per la sabbia (sedia job), primo soccorso con ambulanza, vigilanza continua, operatori per le esigenze di mobilità sulla spiaggia e servizi di ristoro.

Premessa

La definizione “diversamente abile” è stata utilizzata per far riflettere sul fatto che ogni persona, più o meno abile, se è messa nelle condizioni di tirare fuori il
meglio di sé, in un contesto ambientale di relazione, esprime capacità ed abilità che vanno oltre le apparenze legate alla sedia con ruote, alle stampelle, al bastone.
Tale definizione valorizza, quindi, tutte le abilità di cui ogni individuo è portatore e che, pertanto, proprio perché riferite alla singola persona, sono diverse. La
personalizzazione degli interventi, rende poi l’attività mirata e ad hoc per ogni singola persona. L’idea di disabilità può anche essere introdotta per le persone considerate genericamente normali quando non sappiano usare il computer nella nostra era d’informazione tecnologica o non sappiano guidare l’automobile, ormai indispensabile per gli spostamenti, oppure non abbiano la capacità di adattarsi ai mutamenti, ricercando nuovi saperi. Insomma bisogna essere prima persone e poi disabili, bisogna credere in ciò che abbiamo e possiamo. In tale direzione si è orientati a dare più qualità alla vita e maggior rispetto alla diversità, superandola affettivamente e concretamente, dunque valorizzandola

Il valore dell’attività motoria per le persone disabili

L’attività sportiva manifesta il bisogno del corpo di esprimersi, il movimento è un esigenza vitale in tutte le età dell’uomo. Attraverso la pratica sportiva, la persona disabile, al pari di tutti gli altri, ha la possibilità di migliorare la propria coordinazione, la forza, la resistenza, la velocità, di perfezionare le proprie abilità, di allenare la propria volontà e di imparare a superare la fatica. Da un punto di vista psico-sociale, la pratica sportiva favorisce la socializzazione, sprona all’ impegno, stimola il coraggio, promuove la lealtà e incentiva la comunicazione interpersonale e la collaborazione. Perché tutto ciò accada bisogna fare in modo che lo sport sia in funzione della persona e non viceversa. Il luogo dove si pratica sport deve essere un ambiente in cui amicizia, collaborazione e spirito di gruppo, stanno alla base dei rapporti interpersonali e il raggiungimento del risultato rappresenta solo un incentivo a migliorare sé stessi. Sul piano pedagogico, è opportuno che l’attività sportiva, nel caso della persona disabile sia liberata dal muoversi fine a sé stesso. La pratica fisica deve costituire un’attività mirata, con verifiche periodiche, e deve essere considerata un importante mezzo di formazione perché consente al soggetto di mettere in gioco non solo le sue capacità fisico-psichiche, ma anche di sperimentare valori etico-sociali. In particolare. l’attività motoria per disabili possiede un grande valore ricreativo che costituisce una motivazione e una spinta a sperimentare gioia e piacere nella vita, condividendo tutto questo con gli altri. La possibilità di recuperare il contatto con il mondo circostante rappresenta uno degli scopi più importanti dello sport per disabili. In questo scenario educazione e sport sono due termini destinati ad intrecciarsi strettamente: l’educazione mira a trasformare le potenzialità dell’individuo nei tratti che caratterizzano la sua personalità, lo sport mira ad esprimere la personalità attraverso la motricità e il gioco. L’attività motoria, inoltre, offre alla persona disabile la possibilità di riavere un corpo, restituendo al corpo la sua importanza. In questo modo il disabile cessa di sentire il
corpo come un oggetto estraneo da affidare agli altri, ma gli dona di nuovo una propria finalità. La pratica motoria e sportiva può, dunque, aiutare a scoprire sé stessi e a soddisfare il bisogno di autonomia e indipendenza.

Finalità

L’attività fisica adattata si configura come una strategia didattica capace di favorire, nelle persone con bisogni educativi speciali, il processo di crescita in tutte la
dimensioni della personalità (motoria, cognitiva, affettiva, sociale), incoraggiandole ad assumere attitudini e Stili di vita corretti.
La pratica sistematica di attività motorie e sportive da parte di un’utenza sempre maggiore ha posto nuove problematiche psicopedagogiche, sociologiche e metodologiche al fine di consentire a tutti di svolgere attività fisiche e sportive, secondo le inclinazioni, le capacità, le potenzialità e i bisogni di ciascuno.

ATTIVITA’ PROGRAMMATE "PIU' sport PER TUTTI"

L’ evento "PIU' sport PER TUTTI" si svolgerà presso la nostra spiaggia attrezzata "Mare no limitis" ubicata a Eboli (SA) alla via Carabelli località Campolongo, in collaborazione con DECATLHON che ha deciso di integrare a questo evento la sua terza giornata storica annuale il Kayak day, in cui le associazioni Ondalunga KAYAK/Marcina Kayak di Vietri affiancheranno qualsiasi persona vorrà provare. Tutte le persone che hanno un kayak o vorranno testare quelli che metterà a disposizione Decathlon potrà liberamente farlo con il personale addetto, e tutti coloro che sono presenti in spiaggia ( previa prenotazione) potranno divertirsi con noi. Inoltre si potrà provare Easybreath, l'unica maschera che abbatte le barriere (zero boccaglio, facilità di respirazione).

L’obbiettivo di queste giornate è quello di rendere lo sport accessibile a tutti, creando integrazione e voglia di mettersi in gioco. Dimostreremo che ci sono tanti sport che ognuno di noi può fare e, grazie al sostegno di associazioni sportive che collaborano con noi da anni nel sociale , creeremo una rete solidale "senza barriere" di scambi di emozioni e di sport.

    BEACH SITTING VOLLEY

    La Storia

    Nato come Sport adattato per la pratica sportiva dei disabili fisici, consiste nella pallavolo giocata restando seduti a terra, in assenza di ausili sportivo-tecnologici dedicati e potendosi spostare anche tramite la spinta delle braccia, ma con l'accortezza di mantenere, nel momento del tocco di palla, una qualsiasi parte del busto a contatto col suolo . Il Sitting Volley, in quanto sport derivato dalla pallavolo.

    Le regole

    le regole di gioco e le loro modifiche da parte della FIVB Nel sitting volley  non vige la differenziazione dei gradi di abilità che esiste in altre discipline, in quanto, una volta seduti a terra, esse tendono a livellarsi o complementarsi . È per questo motivo che all'interno delle squadre di sitting volley possono coesistere giocatori portatori di disabilità e non.

    I vantaggi dell 'atelta

    Il Sitting Volley Ball rappresenta la massima espressione del recupero fisico di un portatore di handicap perchè consente al giocatore di esprimersi in azioni spettacolari di gioco fantasiose.

    Diving (prova di immersioni): didattica hsa (handicappated scuba association)

    Prova di immersioni

    Barchino a vela

    Kayak Day

    Snorkeling

    Badminton

    Conclusioni

    Portare a conoscenza della collettività di ogni ordine e grado quelle che sono le implicazioni di un fenomeno sociale presente nella società e di sempre maggiore attualità: implicazioni e conseguenze dal punto di vista fisico, psicologico, sociale, dell’integrazione e della prevenzione. Tutti i diversi progetti sportivi e diverse discipline per permettere di praticare sport a livelli differenti: dal semplice impegno ludico-ricreativo, a quello amatoriale, fino a raggiungere un impegno fortemente competitivo quale quello agonistico. Attraverso la pratica sportiva, tutti, e ancor di più le persone che si trovano a vivere in una situazione di disabiltà, possono affrontare con maggior serenità e consapevolezza la propria vita, permettendo ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e di confrontarsi con i propri limiti.

    In collaborazione con le associazioni sportive:

    Tusciano Sitting Volley - Diving Yoghi - Ipotenusa Marina - Ondalunga Kayak - Marcina Kayak

    Share by: